Qui di seguito vi riportiamo le direttive da rispettare per tutte le attività di volontariato durante l’emergenza Coronavirus.

MISURE
– Fanno stato le misure emanate dall’Autorità cantonale.

NORME IGIENICHE
– Ridurre al minimo il tempo di permanenza a contatto con il richiedente la prestazione (distanza > 1 metro e tempo < 5 min); nel caso di necessità di piccole prestazioni all’interno dell’abitazione del richiedente il volontario può rimanere max. 15 minuti, mantenendo una distanza > 2 metri dal richiedente e arieggiando il locale al termine della prestazione.
– Rispettare assolutamente in tutte le situazioni (negozio, farmacia, beneficiario,…) le norme di social distancing; soprattutto non porgere e stringere la mano alle persone.
– Non intrattenersi oltre i tempi indicati sopra con il beneficiario o nella sua abitazione anche nel rispetto delle regole di social distancing.
– Proibito utilizzare il trasporto pubblico.
– Sospendere l’attività del volontario ai primi sintomi influenzali (febbre > 37° o tosse o mal di gola).
– Lavare frequentemente le mani, avere a disposizione disinfettante alcoolico per le mani o almeno “lingettes” igieniche per le mani; disinfettare o lavare le mani con “lingette” dopo ogni consegna.

CONTATTI
– Sezione Enti locali – +41 91 814 17 04
aurora.dedonatis@ti.ch oppure massimo.trobia@ti.ch
Orari: 0900-1200 / 1400-1800

OSSERVAZIONI
E’ imperativo, per gli organizzatori di queste prestazioni, verificare:
– Che la persona che si mette a disposizione sia in buona salute e non abbia malattie che lo mettono a rischio se contagiato
– Che abbia più di 16 anni
– Che gli spostamenti siano tracciabili (data, nominativo volontario, nominativo beneficiario, orario di consegna/prestazione) e di corto raggio (territorio comunale e negozio/farmacia più vicino ad esso)